venerdì 28 luglio 2006

QUESTO BLOG E' IN VACANZA, PER CHI NON L'AVESSE GIA' INTUITO.


MA OGGI E' L'ANNIVERSARIO DELLA MORTE DI TERZANI. SE NE PARLA TANTO ORA CHE DA MORTO E' DIVENTATO UN FENOMENO NEW AGE,  LUI COSI' TOSCANAMENTE SCETTICO E DUBBIOSO, MA IO RICORDO QUANDO, MOLTI ANNI FA, NON RIUSCIVO A CONVINCERE NESSUNO A LEGGERE I SUOI LIBRI. TROPPO SERI.


MAH.


BUONANOTTE SIGNOR TERZANI.


SE C'E' DA RIVEDERSI CI RIVEDREMO, ALTRIMENTI  .... SIAMO PASSATI DI QUI.

domenica 9 luglio 2006

E’ un momento tranquillo sul lavoro. Si sa, l’estate fa star bene quasi tutti. Agli anziani facciamo una testa così per convincerli a bere abbastanza. Il guaio è che perdono la sete mano a mano che invecchiano. Ma insomma, ce la si fa abbastanza.


Anche a casa è un momento tranquillo.


Il maturando aspetta l’esito dell’esame. Nel frattempo ha palesato le sue intenzioni per il futuro. Darà l’esame di ammissione per economia ( e questo si sapeva), ma anche per psicologia e, udite udite, per medicina. Con in mente psichiatria, non  medicina. Il che non ci si rende conto di quanto sia spiazzante se non si sa che ha passato gli ultimi tredici anni a dichiarare che mai e poi mai avrebbe preso in considerazione di studiare medicina.
Io naturalmente metto in guardia, informo, spiego, ma cerco in ogni modo di non influenzarlo. Medicina è una scelta dura, per mantenerla ed essere felici bisogna crederci moltissimo. Altrimenti anche i soldi che guadagni non ti servono a nulla. Nessuno può pagarti mai abbastanza per compensare quello che la medicina ti prende.


D’altro canto il dottor Eller cerca di influenzarlo per economia. Ha una bella testa il mio ragazzo, economia è il must del momento e probabilmente permette una vita soddisfacente e non troppo complicata.


Il resto è tran tran estivo.


 


P.S. Qui ci sono due televisori accesi: uno sintonizzato sulla finale del campionato del mondo, l’altro su un corto di Charlie Brown. Io non guardo la tv, more solito. Le partite di calcio poi mi mettono solo agitazione, senza divertirmi.

lunedì 3 luglio 2006

Il vecchio prepotente non ce l'ha fatta. Lo sapevamo, ma ci dispiace uguale.


Ho portato il mio libro al chirurgo. Abbronzatissimo, aveva proprio ragione quell'infermiera a definirlo " Il chirurgo bello".


Baci


Capsicum

Sembra che la tesina di maturità del mio figliolo sia in dirittura d'arrivo, con circa 24 ore d'anticipo sulla presentazione. E' quasi pronta anche una presentazione in power point che debbo dirvi sinceramente è bella bella. Se la metà delle presentazioni che si vedono ai congressi fosse di questo livello, sarebbe molto più facile mantenersi svegli.


E' già domani e fra poche ore sarò seduta, o in piedi, sul posto di combattimento. Speriamo che con la bella stagione la gente trovi di meglio da fare che venire a perder tempo da me.


Dio, se ci sei, solo malati veri stamattina, per favore!